Premio Donne per Napoli – Carpisa Yamamay Miriade: serata da record in un teatro Posillipo sold-out con riconoscimenti assegnati a 23 donne di eccellenza nei settori Cultura, Spettacolo, Sport, Imprese, Isttituzioni

Fra le premiate Daniela Di Maggio, mamma di Gio’Gio’; Eugenia Carfora, Preside al Parco Verde di Caivano; Maria Elena Boschi, Concita De Gregorio, le star di radio 105 Mariasole Pollio e Sky Original Mariana Falace

Settima edizione da record per il Premio “Donne per Napoli” – Carpisa Yamamay Miriade, ideato

dall’imprenditore Raffaele Carlino, presidente di Carpisa e Miriade, insieme con il giornalista Lorenzo Crea

direttore artistico della manifestazione.           

L’evento di premiazione, condotto da Veronica Maya, si è svolto con oltre 1000 presenze e l’ennesimo sold-out

di questa manifestazione mercoledì 20 dicembre al Teatro Posillipo di Napoli . 

Il Premio Donne per Napoli intende premiare le donne – partenopee e non – che si sono impegnate a vario

titolo per la città di Napoli dando lustro a quest’ultima in vari settori. Alla serata di premiazione sono

intervenuti in veste di premianti numerosi rappresentanti maschili del mondo della cultura e dello spettacolo,

dello sport, dell’economia e delle Istituzioni.

I riconoscimenti sono stati assegnati per la categoria inclusione sociale a Daniela Di Maggio, psicologa e

mamma di Giovanbattista “GioGio” Cutolo, il musicista dell’Orchestra Scarlatti ucciso a Napoli a piazza

Municipio lo scorso agosto dopo una lite per futili motivi e a Eugenia Carfora, dirigente scolastico dell’Istituto

superiore Francesco Morano del Parco Verde di Caivano, premiate rispettivamente da Alfredo Fabbrocini,

capo della Squadra Mobile della Questura di Napoli e da Giuseppe Visone (magistrato DDA Napoli) e

Mariangela Magariello (sostituto procuratore a Napoli).

Le altre  vincitrici di questa settima edizione, selezionate dal Comitato tecnico scientifico del Premio e che

sono tutte intervenute all’evento a ritirare il premio, sono Maria Elena Boschi (per la categoria Istituzioni,

sezione intitolata alla memoria della senatrice Graziella Pagano prematuramente scomparsa nel settembre

dello scorso anno) premiata da Lello Carlino e Lorenzo Crea; Carmen Giannattasio  (Musica) premiata da

Giuseppe Sommese,  Maria Triassi (Medicina e Ricerca scientifica) premiata da Annamaria Colao, Rita Maria

Antonietta Mastrullo       (Conoscenza) premiata dal rettore dell’Università Federico II  Matteo Lorito, Rajae

Bezzaz (Giornalismo d’inchiesta) premiata da   Enzo Agliardi , Concita De Gregorio (Giornalismo – carta

stampata) premiata da       Simona Bosso, Luana Ravegnini (Giornalismo e divulgazione) premiata da Ciro

Verdoliva, Pina Amarelli (Imprenditoria) premiata da Raffaele Cercola, Alessandra Aliberti e Chiara Di

Gennaro (imprese green) premiate da Francesco Sangiovanni, Maria Giovanna Paone (Moda) premiata da

Lello Carlino, New Martina (Nuove tendenze) premiata da Giada Filippetti,  Vittoria Schisano (Libri) premiata

da  Veronica Maya, le attrici Mariasole Pollio  (Cinema) premiata da Davide Angeloni e Giuseppe Alessio

Nuzzo,  Claudia Ruffo  (Tv – soap), Mariana Falace, Claudia Marchiori e Daniela Ioia  (serie TV), Susy del

Giudice (Teatro) premiate rispettivamente da  Antonio Parlati, Ferdinando Tozzi, Mariasole Di Maio, Gregorio

Galiano  e  Alessio Visone        e infine le campionesse di nuoto  Viola Scotto di Carlo e kickboxing  Gloria

Peritore  (Sport) premiate da  Carlo Ruosi, Francesco Tripodi e Flavio Dinacci.     

Il Comitato tecnico scientifico del Premio “Donne per Napoli” è composto da personalità del mondo

scientifico, accademico, imprenditoriale, della cultura e spettacolo come la prof. Annamaria Colao  (cattedra

Unesco per l’Educazione alla salute e sviluppo sostenibile presidente della Società Italiana di  endocrinologia e

fra le prime dieci scienziate italiane al mondo per numero di pubblicazioni in campo medico-scientifico), il prof.

Raffaele Cercola (ordinario di Marketing alla Seconda Università di Napoli e fra i maggiori esperti italiani del

settore), Veronica Maya (conduttrice tv), Francesco Tripodi (direttore generale di Miriade e amministratore

delegato del Napoli Femminile calcio),  Enzo Agliardi  (giornalista economico), Francesco Sangiovanni

(imprenditore titolare del Teatro Posillipo),       

Giada Filippetti  (imprenditrice attiva nel settore turistico) e Simona Bosso  (avvocato), oltre ai già citati

Raffaele Carlino e Lorenzo Crea.

Subito dopo la fine della cerimonia di premiazione, grazie al sistema di poltrone  a scomparsa – unico in Italia –

di cui è dotato il Teatro Posillipo che consente di  trasformare in soli 5 minuti un teatro con posti a sedere in

un’ampia sala  discoteca e per eventi, è partita la festa con intrattenimento musicale e live show affidato a 

Veronica Simioli e alla sua band, il dj Dario Guida  in consolle, hosting  Giancarlo Picariello  ed event Planner

Cristiana Della Rossa.Partner della serata sono stati  Cantina Tizzano, La bontà dell’orto, T&D Angeloni, 

Raffaele Caldarelli  pasticcere insieme con l’imprenditrice Rosanna Romano per i panettoni artigianali

Caldarelli, azienda che da anni affianca il Premio.